PTU GROUP

1490723224

Oggi 28 marzo 2017 si e' tenuta l assemblea PTU , aperta a tutti gli iscritti. Purtroppo e' andata quasi deserta, nonostante avvisi via mail ed sms. Il direttivo si era già riunito qualche giorno fa. Abbiamo preso una decisione sofferta: quella di chiudere PTU .Si e' visto che nel corso dell ultimo anno, la partecipazione e' stata pressoché nulla. Da qui la decisione. Oggi avremmo voluto comunicare la decisione a tutti gli associati. Vista la pochissima partecipazione, vi invio questo messaggio.Esorto, quindi, tutti voi ad interrompere i pagamenti e togliere il mandato di pagamento a favore di PTU , alle vostre banche. Vi informerò ancora , quando tutte le pratiche saranno espletate. Tali pratiche prevedono dei costi (avvocato, notaio, commercialista,chiusura partita IVA , spese di tenuta conto bancario, etc). Vi renderò conto di tutte le spese sostenute e qualora rimanga qualcosa sul conto, sarà devoluta, come da statuto, ad enti benefici o ad associazioni che perseguono i nostri scopi.Un sincero augurio per un futuro sereno e sopratutto auguro a tutti voi di mantenere il posto di lavoro!! 
Augusto Spurio

1476294515

Oggi 12 Ottobre a fine mandato annuale, il Presidente Augusto Spurio,ha rassegnato le sue dimissioni.

1476293817
1458294702

PTU: facciamo il punto sulla situazione dei Piloti Alitalia.

Mai come in questi ultimi anni e soprattutto mesi, abbiamo potuto riscontrare la desolante impotenza ed il declino del sistema sindacale presente in Alitalia.

Parliamo ovviamente degli imponenti apparati delle sigle autonome come Anpac e Anpav e soprattutto dei sindacati confederali (uiltrasporti-ugl-filt cigl e fit cisl). 

Da troppi anni assistiamo ad un totale abbandono della tutela dei Piloti Alitalia, tutela utilizzata come merce di scambio per ottenere risultati in altre categorie.

Il nulla è predominante; nessun progetto a corto o breve termine, nessun risultato di reale valore. Possiamo solo prendere atto (senza ammetterlo pubblicamente) che Alitalia ha radicalmente e liberamente mortificato il valore del negoziato sindacale. 

Il ruolo politico della nostra categoria è, a parer nostro, imparagonabile rispetto alla situazione esistente in altre aziende, nelle quali i Piloti sono e restano una realtà da valorizzare e salvaguardare.

Il nostro è un giudizio severo ma, purtroppo, reale e tangibile; invitiamo tutti i colleghi a riflettere semplicemente osservando i fatti degli ultimi 2 anni. 

Il recente accordo sindacale di questo mese, è la cartina tornasole nonché la conferma delle nostre opinioni.

E’ un accordo basato sul nulla, che riconsegna ad altre categorie ciò che era stato loro tolto da Alitalia, a costo zero, e che non prevede nulla per i piloti. I generi di conforto tanto sbandierati, non sono un risultato, ma un dovere aziendale conseguente le nuove FTL.

Abbiamo letto farneticanti e trionfanti comunicati propagandistici pubblicati a ridosso dell’accordo, che a nostro parere dimostrano l’urgenza di dare segnali forti di discontinuità al sistema sindacale esistente.

La PTU si è affacciata con umiltà ma tanta concretezza, tra tutti i colleghi, tentando di veicolare con poche parole alcuni semplici concetti: riassegnare la priorità al valore del rispetto della Categoria dei Naviganti, e cercare un’interazione sindacale valida, possibile e percorribile. 

La ricerca di un nuovo modello di confronto basato sulla serietà e sull’onestà dei ragionamenti era e rimane un nostro target. 

Vogliamo parlare subito e in modo fermo e deciso, di nuovo contratto, di schedulati, di corso comando, di Cityliner, di Flight Data Monitoring, di addestramento, di circolarità, ma anche delle questioni di tutti i giorni come quelle degli alberghi inadatti e miseri in cui siamo confinati e di tutto quello che sta a contorno della nostra vita lavorativa, continuamente.

Come PTU siamo certi di poter fare tutto se insieme saremo disposti a liberarci dei nostri pensieri verticali, che riguardano solo il nostro piccolo interesse privato, e condividere un pensiero orizzontale, lontano dalle logiche degli apparati, ma soprattutto innovativo, dove tutti gli associati potranno dire la loro in modo da poter decidere insieme per il futuro dei Piloti. Stiamo avviando una massiccia campagna d’informazione e vi faremo avere presto la data del prossimo incontro sindacale.

Cambiare concretamente, prima che sia troppo tardi.

1457511085

Il 25 Marzo è il termine ultimo per la consegna della documentazione per la causa ferie. Preghiamo tutti gli iscritti interessati di inviare la documentazione richiesta, che consiste in:

  • lettera di interruzione prescrizione a CAI e SAI con relativa ricevuta di ritorno
  • codice fiscale e documento di identità
  • buste paga degli ultimi 5 anni rispetto alla data di invio della lettera di interruzione prescrizione
  • lettera di licenziamento (solo per le persone non più in Azienda) 
1455636760

Comunicato al PNT.

 

Prosegue il confronto con le Organizzazioni Sindacali di Categoria sulle tematiche relative al Personale Navigante Tecnico, oggetto della prossima procedura di raffreddamento.

SI intende fare una volta per tutte chiarezza sullo stato dell’arte per evitare che la solita regia disinformazione, possa determinare l’insorgere di elementi di divisione Categoriale che non si vuole e si contrasta da sempre.

Questa doverosa premessa è necessaria proprio perché la copiosa produzione di fantasiose ricostruzioni circa posizionamenti sindacali rende necessaria una risposta chiara e netta, soprattutto scritta.

Sulle problematiche del PNT sono state svolte nelle settimane scorse, diverse riunioni su tutta una serie di temi importanti; si segnala prioritariamente ed a titolo di esempio, quelli relativi alle composizioni equipaggio del PNT lungo raggio.

A margine dell’ultima riunione, quella del 9 febbraio u.s., si sono avuti i primi timidi segnali di apertura al dialogo, previa accettazione aziendale di alcune richieste sindacali, che tuttavia si ritengono ancora insufficienti:

·      Programmazione per marzo della composizione a 4 piloti sulla Buenos Aires;

·      Programmazione per marzo a 3 sulla Toronto;

·      Impegno aziendale a prendere in considerazione l’aggiunta di un elemento sulla New York (az610);

·      Avvio di una fase di Trial per tutte le altre destinazioni che si è richiesto fossero oggetto di integrazione, ovvero San Paolo, Rio e Tokyo.

Come valutazione dell’ambito negoziale, si pensa che questa apertura di dialogo concreta, registrata dopo mesi di latitanza aziendale, sia comunque un fatto positivo; le tesi che si sostengono, grazie all’impulso di moltissimi colleghi fiduciosi, è che sulle politiche della nostra Categoria si avvii un dibattito serio ed articolato che tocchi tutti i principali aspetti del nostro lavoro.

Si deve infatti ragionare di:

·      Posti di Riposo sull’aeromobile A330;

·      Generi di Conforto alla luce della nuova normativa FTL;

·      Progressione di carriera primi ufficiali 

·      Circolarità Cityliner, solo per citare alcuni dei principali aspetti riguardanti l’attuale fase di confronto.

E’ un lavoro serio che richiede affidabilità e coerenza e non l’uso di artifizi normativi stiracchiati, che qualche sindacato sta mettendo in atto e che ormai tutti ben conoscono.

Si va dunque avanti per la strada intrapresa con tutto l’impegno possibile; si lascia volentieri ad altri “il perder tempo”, attività sportiva nella quale qualcuno pare essere molto bravo, purtroppo non con fini “di Categoria”!

1455611306

COSTI CAUSA FERIE

  • da 1 a 30 ricorrenti: Euro 260,00, oltre oneri di legge (IVA e Cpa).
  • da 31 a 60 ricorrenti: Euro 210,00 oltre oneri di legge (IVA e Cpa);
  • da 61 a 100 ricorrenti: Euro 180,00 oltre oneri di legge (IVA e Cpa);
  • da 101 a 200 ricorrenti: Euro 140,00 oltre oneri di legge (IVA e Cpa);
  • oltre 200 ricorrenti: Euro 110 oltre oneri di legge (IVA e Cpa).

 

In caso di esito positivo della causa l'acconto sopra indicato verrà detratto dal saldo dovuto che sarà equivalente a quanto liquidato dal Giudice con la condanna di refusione alle spese di lite.

 

In caso di compensazione delle spese di lite o di esito negativo del  giudizio nulla sarà ancora dovuto dai ricorrenti.

 

Alle somme sopra indicate deve essere aggiunto il Contributo Unificato da versare allo Stato, pari ai seguenti importi:   

 

Valore della causa superiore a € 1.100,00 e fino a € 5.200,00 -----> € 49,00

Valore superiore della causa a € 5.200,00 e fino a € 26.000,00 ----> € 118,50

 

1454139090

Il giorno 9 Febbraio alle 15.30 si terrà la riunione mensile PTU nella nostra sede. Parteciperà l'Avv. Liberati per rispondere a tutte le vostre domande sulla causa ferie. Vi aspettiamo numerosi.


- 1 - - 2 - - 3 - - 4 -

Created by O&K